“Le sorelle alle quali il Signore ha dato la grazia di lavorare,

lavorino, dopo l’Ora Terza,

applicandosi a lavori decorosi e di comune utilità,

con fedeltà e devozione, in modo tale che,

bandito l’ozio, nemico dell’anima,

non estinguano lo spirito della santa orazione e devozione,

al quale tutte le altre cose temporali devono servire.”

(Regola di Santa Chiara, capitolo VII)